Candidosi: conoscere i tipi e sapere come trattare questa infezione

Home> iStock

Stare al passo con la salute è della massima importanza per noi per essere in grado di svolgere compiti di routine. Se esposto a fattori che innescano determinati tipi di problemi di salute, il corpo tende a diventare debole e presenta sintomi spiacevoli. Uno di questi problemi è la candidosi, un'infezione che colpisce spesso le donne ma può anche svilupparsi negli uomini.

La migliore spiegazione è la ginecologa Paula Bortolai Martins Araujo (CRM: 127.101), dell'Istituto Paulista di Ostetricia Ginecologia e Medicina della Riproduzione. Successivamente, leggi i tipi, i sintomi, le modalità di trasmissione, il trattamento e la prevenzione della candidosi.


Indice dei contenuti:

  • Che cos'è
  • tipi
  • sintomi
  • trasmissione
  • Come trattare
  • prevenzione

Cos'è la candidosi

Secondo Araujo, la candidosi è un'infezione causata da un fungo che è presente nel corpo delle donne in piccole quantità senza causare alcun sintomo. Tuttavia, squilibri come stress, bassa immunità, uso di antibiotici e altri fattori ambientali possono causare la sua crescita e, di conseguenza, l'insorgenza dell'infezione?

Questo fungo, chiamato Candida Albicans, di solito si deposita nell'area genitale femminile, ma può causare infezioni in altre aree del corpo, come vedremo di seguito:


Leggi anche: Vagina: guida completa per rispondere alle domande e conoscerla meglio

Tipi di candidosi

  • Candidosi vaginale: si sviluppa in donne con sistema immunitario indebolito o flora vaginale squilibrata;
  • Candidosi del pene: diabete, scarso sistema immunitario e scarsa igiene locale sono i principali fattori che innescano la candidosi negli uomini;
  • Candidosi sulla pelle: noto come intertrigine candidiasica, è un tipo di infezione che può derivare dall'attrito cutaneo. Pertanto, la combinazione di calore e umidità favorisce la proliferazione di batteri e funghi. I siti più comuni sono: ascelle, pancia, collo, interno cosce, inguine e sotto il seno;
  • Candidosi orale: chiamato anche "rana", colpisce bambini, adulti, anziani e diabetici. Di solito viene contratto attraverso il contatto con qualcuno che ha già l'infezione, causando lesioni bianche sulla lingua o all'interno delle guance.
  • Candidosi esofagea: o candidosi esofagea, è un'infezione che colpisce spesso gli anziani e le persone con bassa immunità.

Essere consapevoli dei sintomi della candidosi e identificarlo in anticipo è della massima importanza nel trattarlo. Ulteriori informazioni sui segni di infezione:

sintomi

  • Prurito, desquamazione e piccole crepe nella pelle e nelle mucose;
  • In caso di candidosi vaginale, area pruriginosa, dolore, arrossamento, scarico bianco denso e formazione di placca;
  • I sintomi della candidosi del pene includono piaghe, bruciore, gonfiore, prurito, secrezione bianca e forte odore;
  • Macchie bianche sulla lingua e all'interno della bocca, dolore, difficoltà a deglutire il cibo, bruciore e arrossamento sono i principali sintomi del mughetto orale;
  • I sintomi della candidosi esofagea sono nausea e vomito, perdita di appetito e dolore addominale al petto e durante la deglutizione del cibo.

Se noti uno dei suddetti segni, è tempo di cercare un medico in grado di diagnosticare accuratamente l'infezione.


Trasmissione della candidosi

Araujo chiarisce che la candidosi non è considerata una malattia a trasmissione sessuale, poiché il fungo esiste già nella flora vaginale. Pertanto, la trasmissione avviene attraverso il contatto con la pelle lesa o la secrezione causata dall'infezione.

• La candidosi si sviluppa quando esiste un ambiente favorevole alla crescita fungina, specialmente quando il luogo è umido e caldo. La caduta di microrganismi protettivi dovuta all'uso di antibiotici, infezioni genitali e sistemiche, diabete, HIV, malattie croniche e gravidanza favorisce anche l'insorgenza dell'infezione? Completa.

Candidosi: come trattare

La candidosi può essere trattata con farmaci o con rimedi casalinghi. Entrambi possono aiutare a guarire e prevenire le infezioni. Ulteriori informazioni:

Leggi anche: Prurito vaginale: capire le ragioni del problema e sapere come evitare

Con le medicine

Esistono diversi farmaci per il corretto trattamento della candidosi. Gli unguenti antimicotici e antimicotici per uso locale sono spesso i più raccomandati dai medici. Araujo indica i principali:

  • fluconazolo
  • itraconazolo
  • tioconazolo
  • miconazolo
  • nistatina
  • isoconazol
  • clotrimazolo
  • ketoconazolo
  • Acido borico
  • estradiolo
  • Promestrieno

È importante sottolineare che tali rimedi dovrebbero essere utilizzati su prescrizione medica.L'automedicazione eseguita per promuovere il sollievo immediato dei sintomi della candidosi può causare pericolosi effetti collaterali sulla salute.

Abbi cura dell'immunità e della flora vaginale

La bassa immunità e la flora vaginale sbilanciata sono fattori che facilitano lo sviluppo della candidosi. Rafforzare l'immunità attraverso una corretta alimentazione e dormire senza mutande per prevenire la proliferazione fungina sono alcune misure per combattere le infezioni.

Bagni Sitz

I bagni sitz shampoo o camomilla sono ideali per ridurre il prurito e il prurito vaginale, offrendo un sollievo immediato dai disagi causati dalla candidosi.

Evitare il sesso durante il trattamento

Oltre ai sintomi tradizionali della candidosi, come irritazione, prurito e arrossamento nell'area vaginale, la donna con l'infezione può provare dolore durante il rapporto o addirittura contaminare il partner se non viene usato il preservativo. Pertanto si raccomanda che il trattamento sia eseguito completamente senza la pratica del sesso.

Leggi anche: Dimissione in gravidanza: quando dovrei preoccuparmi?

Ora che conosci i modi principali per trattare la candidosi, con e senza farmaci, controlla i modi per prevenire l'infezione.

Prevenzione della candidosi

Come dice il proverbio, prevenire è meglio che curare. La candidosi è un'infezione comune nella vita delle donne, ma può essere prevenuta seguendo alcuni semplici suggerimenti:

  • Mantenere la zona della vagina sempre asciutta e ventilata;
  • Evitare il contatto con lycra, pizzo, jeans e altri tessuti sintetici;
  • Indossa mutandine di cotone;
  • Dormire senza mutandine;
  • Segui una dieta sana;
  • Usa un preservativo durante il sesso;
  • Evitare l'uso continuo di tamponi;
  • Non fumare, non bere e mantenere il monitoraggio medico per il controllo delle malattie croniche.

Come abbiamo visto finora, il sistema immunitario indebolito è uno dei principali punti di ingresso per lo sviluppo della candidosi. In questo caso, prendersi cura della propria salute, seguire i suggerimenti di prevenzione sopra e mantenere una consultazione di routine con un ginecologo sono azioni chiave per prevenire questa infezione e tutti i disagi che comporta.

Infezioni vaginali: tipi e cause (Agosto 2020)


  • Prevenzione e trattamento
  • 1,230