Come superare la malattia celiaca

È scientificamente provato e in accordo con il comportamento degli esseri umani studiato nell'area della psicologia che l'atto del mangiare è uno dei grandi piaceri che troviamo nella vita. Fino a quel momento tutto scorre bene. Tuttavia, quando questo piacere è influenzato per qualche motivo, può portarci una serie di traumi, depressione, dubbio e naturalmente infelicità. Ai vecchi tempi in cui alcune alterazioni genetiche o l'insufficienza d'organo venivano diagnosticate come risposta alle nostre incoerenze legate alla salute, tutto era nuovo, senza speranza e molti credevano di non poter nemmeno condurre una vita pacifica.

Oggi, grazie a studi e tecnologie, anche dopo aver scoperto alcune malattie che dovremo curarci per tutta la vita, è possibile vivere molti anni. E cosa c'è di meglio, con la qualità della vita.


Oggi ne parleremo celiachia. Ma cos'è e cosa causa la celiachia?

il celiachia È un'intolleranza al glutine permanente che colpisce le persone con predisposizione genetica. Di solito si manifesta durante l'infanzia, tra il primo e il terzo anno di vita (nell'introduzione di alimenti per bambini vietati a base di cereali, cracker, pane, zuppe di pasta) e può verificarsi a qualsiasi età, compresa l'età adulta. Ma per continuare, dobbiamo ricordare quale glutine. Il glutine è una proteina presente nel grano, nell'avena, nell'orzo e nel sottoprodotto dell'orzo, che è malto, segale e tutti gli alimenti e prodotti preparati con questi cereali. Danneggia e danneggia i villi dell'intestino tenue compromettendo l'assorbimento dei nutrienti dal cibo.

I sintomi variano da persona a persona ma sono generalmente caratterizzati da diarrea cronica, gonfiore, vomito, anemia, conseguentemente perdita di peso, ritardo della crescita, irritazione e apatia.


il trattamento per celiaci È l'esenzione totale per tutta la vita del glutine nella dieta, compresi i cereali proibiti che, come il glutine, non possono essere consumati al minimo. E quindi arriva la domanda :? Ma dottore, e adesso? Per il resto della mia vita, non posso più mangiare pane, pasta, pizza, torte, biscotti, crackers, patatine, birra o whisky?
Se il glutine viene aggiunto nella preparazione, la risposta è sì, ma se fatto soprattutto senza questa proteina, la risposta è no.

La maggior parte degli alimenti che siamo abituati a mangiare hanno una certa quantità di glutine. Ma è come un commento in ufficio: qualsiasi dieta richiede un sacrificio e per i celiaci non è diverso. L'ideale è educare te stesso. È come una dieta dimagrante, invece di assumere latte intero per latte scremato (che molti trovano inizialmente difficile, ma dopo l'adattamento non vive senza di essa). L'intollerante al glutine dovrà imparare a sostituire i suoi alimenti con quelli che non lo hanno, imparano e creano ricette senza glutine.

Oggi stanno crescendo le attività specializzate che commercializzano prodotti per questo gruppo. Sono preparati per torte, dolci, farine e prodotti pronti, pane, torte, tutti senza glutine.

Se hai scoperto o sospetti di essere un intollerante al glutine A causa dei tuoi sintomi, consulta uno specialista, un medico o un nutrizionista che ordinerà i test ed eseguirà un'analisi. Non sottovalutarti mai per questo, al contrario. Alza la testa e corri dietro a negozi di specialità senza glutine e crea le tue ricette, programma il tuo cibo. Molti intolleranti hanno così trovato la loro sopravvivenza.

Senza glutine: celiachia o scelta?Io e Djokovic la pensiamo così.... (Dicembre 2021)


  • cibo
  • 1,230