Conoscere l'importanza del controllo ginecologico

Ogni sei mesi, sia uomini che donne devono sottoporsi a controlli di routine per vedere se tutto va bene per la loro salute. Raccogliere sangue, fare gli ultrasuoni, tra gli altri, è essenziale per preservare le malattie e avere un controllo medico annuale.

Oltre a questi test, le donne devono eseguire il cosiddetto controllo ginecologico. La prevenzione è il modo migliore per avere una buona salute. Molte malattie non si manifestano attraverso sintomi evidenti, come dolore, dimissione, ad esempio. Quindi, solo durante una valutazione approfondita, durante un appuntamento dal medico e dopo aver eseguito alcuni test, puoi scoprire alcuni problemi. E la maggior parte delle malattie, se scoperte all'inizio della vita, hanno maggiori probabilità di curare e risolvere semplicemente? ”, Spiega la ginecologa Barbara Murayama.

Secondo il ginecologo, si consiglia di visitare il medico almeno ogni sei mesi. Per le donne con una vita sessuale attiva, quelle che usano un metodo contraccettivo come pillole o persino IUD o menopausa passata, è importante eseguire controlli sui farmaci, pressione sanguigna e sintomi.


Per le ragazze più giovani, anche quelle che non hanno ancora iniziato la loro vita sessuale, è importante non solo valutare possibili problemi come i cambiamenti delle mestruazioni, i crampi, i cambiamenti al seno, la sindrome premestruale, ad esempio, ma anche cogliere l'opportunità e fornire indicazioni su il tuo stesso corpo, i cambiamenti che avvengono in ogni fase della vita, la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili e tutti gli altri dubbi che hanno ?, dice.

Barbara afferma che questi test di screening cercano una serie di problemi. ? La preoccupazione principale è il cancro cervicale e il cancro al seno, che sono ancora malattie molto comuni nel paese. Ma le visite di routine, cercano non solo la prevenzione di queste due malattie, ma anche il trattamento di altri problemi, come scarico, dolore al seno, cambiamenti nelle mestruazioni, tra gli altri?

Per le donne che stanno iniziando la loro vita sessuale, questo è un buon modo per rispondere ad alcune domande. "È durante le visite di routine che cogliamo l'occasione per guidare e porre domande su malattie sessualmente trasmissibili, metodi contraccettivi e tutte le altre domande che il paziente ha", spiega.


Resta sintonizzato

È importante parlare con il ginecologo per verificare quali test sono richiesti. Ma di solito, i principali sono: Pap test, o citologia cervicale e mammografia.

• Pap test è il preventivo per il cancro cervicale e altre lesioni causate da HPV. Dovrebbe essere eseguito dall'inizio della vita sessuale una volta all'anno. Oggi, con l'avanzamento delle tecniche di laboratorio, è già possibile eseguire altre analisi come valutazioni ormonali e diverse malattie a trasmissione sessuale della stessa collezione.

Un altro test essenziale è la mammografia che dovrebbe essere eseguita ogni anno su donne di età superiore ai 40 anni. Se la donna ha un parente di primo grado con carcinoma mammario, dovrebbe iniziare a 35 anni?

Altri esami possono essere aggiunti al controllo della donna, a seconda delle sue esigenze e della storia familiare. "Gli ultrasuoni pelvici, gli ultrasuoni al seno, la densitometria ossea, gli esami del sangue per valutare la possibile anemia, la valutazione della ghiandola tiroidea, il colesterolo, la glicemia, i tassi di ormoni e vitamine, il test delle urine, tra gli altri, possono essere inclusi negli esami", finisce Barbara.

Ginecologia e Ostetricia: La Colposcopia - Dott.ssa. Paola Garutti (Gennaio 2022)


  • Prevenzione e trattamento
  • 1,230