Menopausa: sintomi e consigli per vivere questa fase con la qualità della vita

La menopausa è una condizione naturale del corpo femminile che tutte le donne attraversano, prima o poi. Alcuni sperimentano sintomi e disagi più intensamente e possono richiedere un trattamento.

Tuttavia, è una condizione naturale che segna la fine del periodo riproduttivo di una donna e dovrebbe essere affrontata naturalmente. Trattamenti e terapie alternative mirano ad alleviare i sintomi e, di conseguenza, a migliorare la qualità della vita della donna che attraversa questa fase.

Che cos'è la menopausa?

La menopausa è il periodo che segna la fine della fase riproduttiva di una donna. Succede anche con la chiusura dei cicli mestruali e, di conseguenza, l'ovulazione.


Isabela Rangel, ginecologa e specialista in Riproduzione Assistita, spiega che la menopausa è un processo biologico naturale. È il momento che segna la fine dei tuoi cicli mestruali. Cioè, è il completo fallimento delle uova. Sottolinea che non ci sono "stadi della menopausa", le viene diagnosticata dopo 12 mesi senza mestruazioni e di solito si verifica tra i 40 e i 50 anni.

La fase di transizione è nota come climaterica, che precede la menopausa. Durante questo periodo l'organismo smette di produrre, lentamente e gradualmente, gli ormoni progesterone ed estrogeni.

Leggi anche: 6 segni che potresti soffrire di sindrome dell'ovaio policistico


Sintomi della menopausa

I sintomi della menopausa, tuttavia, possono apparire molto prima del tuo ultimo ciclo.

Secondo Isabela, nei mesi o anni precedenti la menopausa (perimenopausa), la donna può presentare i seguenti segni e sintomi:

  • Cicli mestruali irregolari: alcune donne iniziano ad avere cicli irregolari e le mestruazioni si spaziano con un intervallo crescente;
  • Secchezza vaginale: causata da ormoni fluttuanti, può essere scomoda e disturbare la vita sessuale;
  • Vampate di calore e sudorazioni notturne: uno dei sintomi più tipici di questa fase, il famoso? Vampate di calore? può essere molto fastidioso;
  • Sbalzi d'umore e insonnia: sono anche causati da cambiamenti ormonali;
  • Aumento di peso e metabolismo ritardato: è associato a fattore ormonale, deperimento muscolare, sonno inadeguato e aumento della resistenza all'insulina;
  • Perdita di capelli e pelle secca: molto comune in questa fase, anche con alterazioni ormonali;
  • Diminuire o perdere la libido non è la regola, ma molte donne sperimentano una diminuzione della libido in menopausa;
  • Affaticamento e malessere: le donne che soffrono di affaticamento eccessivo in menopausa devono segnalare questo sintomo al proprio medico per un adeguato follow-up. Questo può persino trasformarsi in depressione.

Come sapere se sono in menopausa?

Se hai più di 40 anni e hai alcuni sintomi sopra elencati, consulta il tuo ginecologo per una valutazione. Segni, sintomi ed età variano da donna a donna, quindi è necessaria un'analisi individuale che solo il medico può fare.


Isabela afferma che la diagnosi di menopausa è sostanzialmente clinica, attraverso i segni e i sintomi sopra menzionati. "Tuttavia, alcune donne hanno bisogno di test ormonali per escludere altri disturbi che possono causare amenorrea, che è l'assenza di mestruazioni."

Le donne che hanno subito isterectomia (rimozione dell'utero) a volte devono anche eseguire dosaggi ormonali per confermare la menopausa.

Leggi anche: 11 domande che non dovresti vergognarti di porre al ginecologo

Convivere con la menopausa

Le donne in menopausa possono avere un calo significativo della qualità della vita. Per ridurre gli effetti negativi della carenza di ormoni, alcune abitudini devono diventare una priorità, secondo Isabela. L'attività fisica regolare (allenamento con i pesi, pilates, nuoto, passeggiate, ecc.), Dieta equilibrata e controllo del peso sono alcuni dei punti di attenzione. "Inoltre, possono essere istituite altre misure non farmacologiche, come la fisioterapia pelvica e lo yoga", cita.

trattamento

I trattamenti per la menopausa hanno lo scopo di migliorare la qualità della vita delle donne che subiscono questa fase.

Secondo Isabela, ci sono casi in cui sono indicati i farmaci, tra cui: sostituzione ormonale sistemica, estrogeno vaginale, antidepressivi, clonidina, integrazione di calcio e vitamina D.

Tra i trattamenti farmacologici, abbiamo la terapia ormonale sostitutiva, l'applicazione di estrogeni e farmaci non ormonali.

Terapia sostitutiva ormonale

La sostituzione dell'ormone può essere effettuata con estrogeni o la combinazione di estrogeni con progesterone. Idealmente, dovrebbe avere tra 50 e 59 anni e fino a 7 anni dopo che i primi sintomi compaiono per un trattamento più sicuro.

Leggi anche: Lo scarico bianco pastoso è motivo di preoccupazione? I ginecologi rispondono

Applicazione di estrogeni

L'applicazione di estrogeni viene utilizzata per ammorbidire la secchezza vaginale, che viene utilizzata come crema sulla vagina stessa.

Farmaci non ormonali

Sono indicati per le donne che non vogliono o non possono ricorrere alla terapia ormonale. Di solito agiscono su sintomi specifici, ad esempio per combattere ondate di calore eccessive.

Menopausa precoce

Alcune donne possono manifestare sintomi climaterici molto presto ed entrare in menopausa prima dei 40 anni. Si chiama menopausa precoce.

Lei non è molto comune. Secondo Isabela, circa l'1% delle donne soffre di menopausa prima dei 40 anni (menopausa precoce o insufficienza ovarica precoce? FOP).

La FOP può derivare da un'insufficienza ovarica primaria? quando le ovaie smettono di produrre livelli normali di ormoni riproduttivi? a causa di fattori genetici o malattie autoimmuni, chemioterapia o radioterapia, ooforectomia bilaterale (rimozione ovarica) e altre cause più rare come infezioni (parotite, varicella, Shigella e malaria), deficit di enzimi e modulazione intraovarica (difetti del recettore della gonadotropina) ).

5 segreti per una menopausa straordinaria (Ottobre 2020)


  • Prevenzione e trattamento
  • 1,230