Disturbo alimentare notturno

Alcuni preferiscono chiudere la bocca prima di coricarsi, altri mangiano solo un pasto leggero. Ma ci sono ancora quelli che non dispensano un buon piatto di cibo e un dessert. In alcuni casi, l'abitudine può essere un disturbo che deve essere trattato. Coloro che soffrono di questa malattia di solito mangiano poco durante il giorno e rubano il frigorifero di notte. Angoscia e ansia sono alcuni dei fattori che possono scatenare disturbo alimentare notturno.

Quando la voglia di mangiare si restringe, la persona sente il bisogno di mangiare tutto ciò che fa volume e cerca cibo in modo da alleviare le proprie tensioni o bisogni emotivi. E il sindrome del consumo notturno Non riguarda solo chi è sveglio. Molti hanno la crisi durante il sonno, si alzano all'alba, mangiano e si rendono conto di ciò che è accaduto il giorno successivo quando trovano tracce di cibo sul letto o quando vengono avvisati da altre persone.


Il disturbo alimentare notturno ha un trattamento?

Scoperto il disturbo alimentare notturno, è tempo di trattarti. La terapia cognitiva e la terapia comportamentale sono le più adatte: in alcuni casi è raccomandato l'uso di antidepressivi e di farmaci che regolano il sonno, specialmente quando si verifica un declino dell'umore.

Un buon consiglio da come controllare il disturbo alimentare notturno È scambiare il desiderio di mangiare per cose che danno piacere. Una buona doccia, una via d'uscita e persino l'esercizio fisico possono aiutare. Tuttavia, se la crisi colpisce ed è difficile resistere, rendi il frigorifero il tuo alleato.

Il consiglio è di consumare cibi equilibrati come con tutti i pasti quotidiani. Idealmente, tutti i nutrienti come carboidrati, proteine, lipidi, vitamine e minerali sono bilanciati in base alle proprie esigenze.

Poiché il metabolismo rallenta di notte, è preferibile consumare frutta, carboidrati interi (pane integrale, riso integrale, cereali integrali), proteine ​​magre (petto di pollo e pesce bianco), yogurt naturale magro, verdure e acqua dolce. noce di cocco. I frutti più adatti sono mela, papaia, pera, ananas, uva e fragola. Il pasto dovrebbe avere una buona varietà di verdure in almeno quattro colori diversi. Cibi grassi, pane francese, riso bianco, biscotti, fritture e il consumo di dolci in eccesso dovrebbero essere fuori dal menu serale.

Una cattiva alimentazione interferisce anche con la qualità del sonno. Le bevande alcoliche e gli alimenti contenenti caffeina come tè nero, mate e cioccolato sono stimolanti e possono disturbare il sonno. Per quanto riguarda il tempo, gli esperti raccomandano che se vai a cena, aspetta tre ore prima di andare a letto. Se fai uno spuntino leggero, ad esempio, va bene andare a dormire subito.

SOFFRO DI BULIMIA E ABBUFFATE NOTTURNE - SPIEGO SINTOMI, CONDOTTE COMPENSATORIE E CURA (Dicembre 2021)


  • cibo
  • 1,230