Come criticare il tuo capo in modo maturo e professionale

La critica è qualcosa che fa parte dell'ambiente di lavoro e persino il più competente dei dipendenti sa che un giorno saranno criticati dal capo, da altri dipendenti o clienti. Ma per quanto riguarda il capo, come lo critichi? La critica è essenziale per la crescita del professionista e dell'azienda, quindi il capo può essere solo criticato.

Secondo l'allenatore e psicologo Simone Alves, una tendenza che abbiamo è quella di trasformare le critiche in una sola segnalazione di bug sull'altra, il che è un grande malinteso su cosa siano realmente le critiche.

Il modo in cui critichiamo il capo dice molto sulla nostra condotta professionale, quindi la critica è un momento non solo per il dipendente di comunicare la sua insoddisfazione, ma anche per dimostrare che è in sintonia con l'azienda, di cosa ha bisogno e anche di dimostrare proattività. Scopri come strutturare le tue critiche al tuo capo in modo costruttivo e professionale con i suggerimenti di seguito.


6 regole essenziali per criticare il tuo capo

È importante seguire alcuni principi in modo che le critiche non spostino l'attenzione e si perdano sulla strada come un elenco dei propri difetti. Ecco alcuni suggerimenti per criticare professionalmente:

1. Non essere emotivo

Secondo Simone Alves, essere troppo emotivo è l'errore più grande che puoi fare al momento della critica. Molte persone non hanno un "filtro delle proprie emozioni e non parlano nulla". Emozioni eccessive non solo portano l'individuo a scegliere parole sbagliate. Per Simone, questa passione implica che l'individuo "non ha percezione di se stesso né percezione di ciò che accade in compagnia e con le altre persone".

Leggi anche: Come gestire bene il tuo capo


Pertanto, cerca di essere razionale e di attenersi ai fatti, evitando sempre di portare il tuo disagio sul lato personale. Anche se non ti senti a tuo agio con una decisione del boss, ad esempio, devi capire che non si tratta di un attacco personale a te. L'intelligenza emotiva è fondamentale per le critiche costruttive.

2. Conoscere la cultura aziendale e il suo capo

L'azienda incoraggia le critiche? Che tipo di leadership è il tuo capo? È più o meno distante dai suoi dipendenti? Prima di avvicinarti al capo, devi conoscere l'azienda, ciò che predica e il tuo capo in modo da poterti preparare adeguatamente.

Un capo più carismatico può accettare un approccio meno formale, per esempio. Se il tuo capo è molto semplice, è probabile che preferisca che tu sia diretto nella sua critica senza? Sprucare? troppo la sua introduzione alla critica.


3. Conosci te stesso?

Altrettanto importante quanto conoscere la tua azienda e il profilo del capo è conoscere te stesso. Sei una persona timida? Sei troppo fiducioso? Parli più del necessario? Devi sapere quali tratti della personalità possono creare problemi per te.

Le persone molto timide trovano difficile non solo criticare ma posizionarsi, imporsi sul posto di lavoro, dice Simone. Hanno bisogno di lavorare su questa timidezza nel coaching o nella terapia, perché la difficoltà a criticare è solo una manifestazione di qualcosa di più grande.

Leggi anche: Come avere una relazione amichevole con il tuo capo

Allo stesso modo, troppa assertività e fiducia in se stessi possono portare il dipendente a un giudizio errato. Per quanto esperto possa essere il dipendente, l'eccesso di fiducia può portarlo a ignorare alcuni aspetti fondamentali dell'azienda o del contesto, indebolendo le critiche.

4. Scegli correttamente il luogo della critica

Ancora una volta Coach Simone attira l'attenzione sull'importanza di conoscere la cultura aziendale e il profilo del capo. In alcuni casi, le critiche possono essere fatte in una riunione a porte chiuse, in altri, durante la pausa caffè, valutare sempre il contesto.

Non criticare mai il capo di fronte ad altri impiegati o capi. Oltre a esporre il tuo capo e offrire l'opportunità di commenti e voci cattivi, finisci per coinvolgere altre persone in un problema che è tuo con il capo.

5. Critica il comportamento, non la persona

"È molto più probabile che la persona accetti qualcosa che ha a che fare con il suo comportamento e non con lei nel suo insieme", sottolinea Simone. Cioè, invece di dire che il capo è frettoloso, sottolinea che la firma del contratto con un particolare cliente, ad esempio, era qualcosa di affrettato in quel momento. Generalizzare e dire che il capo è affrettato può lasciarlo offeso, causando un disagio nella relazione.

6. Attenersi ai fatti

Oltre ad essere puntuali nelle tue critiche, devi offrire fatti a supporto delle tue critiche ed esempi di ciò di cui stai parlando.Dire che il capo parla ad alta voce è vago, è necessario spiegare come ciò interferisca negativamente con il lavoro.

7. Usa la tecnica sandwich

Prima di andare direttamente alle critiche, inizia con un complimento. Quindi comunicare le critiche e finire per parlare di nuovo di qualcosa di positivo. Questo modello non è solo per? Ammorbidimento? o? deaden? critica, ma secondo Simone dimostra che hai una visione d'insieme di ciò che sta succedendo e hai preso in considerazione l'intero contesto nel formulare le tue critiche.

8. Offri una soluzione

Fornire una soluzione al problema è essenziale, perché per Simone Alves, questo dimostra proattività e non sei solo interessato a criticare, ma ad essere una persona coinvolta nell'azienda, alla ricerca di soluzioni indipendentemente dal fatto che il problema sia tuo o meno. Quando le critiche arrivano da sole, può sembrare che il professionista si stia solo lamentando e "se sei sempre su questo profilo di lamentela e non offri soluzione, quel professionista tende ad essere visto come un problema professionale", afferma Simone Alves.

E i capi, cosa pensano delle critiche?

Scopri ora la testimonianza delle persone in posizioni di comando su come presentare le critiche e anche su come il manager può creare un ambiente favorevole per le critiche.

Pamela Mocelin Manfrin, Strategy Manager, Apetit Food Services

Con un atteggiamento amichevole e rispettoso nei confronti del leader, il professionista dovrebbe sottolineare l'importanza della trasparenza in un'azienda e scegliere un momento adatto per la chat. Il dipendente deve agire in modo semplice, obiettivo e sicuro, chiarendo il suo interesse a contribuire alla crescita di entrambe le parti. Dovrebbero essere evitate le critiche pubbliche, aggressive e peggiorative che compromettono l'autorità del superiore. In tali casi, il professionista stesso corre il rischio di compromettere la sua immagine. D'altra parte, è importante sapere come esprimere la tua opinione, anche se contrariamente agli altri, al fine di contribuire alle riflessioni. I leader ad alte prestazioni hanno bisogno del supporto e del feedback del proprio team per ottenere risultati tecnici e comportamentali migliori. Vale anche la pena valutare se l'atteggiamento del leader è conforme ai valori dell'azienda e a quelli della squadra. Se la società collude con una posizione di leadership inadeguata, credo che non valga la pena tentare di intervenire. Tuttavia, per sentirsi bene sul posto di lavoro, è necessario cercare aziende che offrano opportunità in linea con i nostri valori personali. In questo modo, l'intera squadra rimane allineata per il successo.

Solange Pinheiro, Managing Partner del Gruppo Aliar

Quando si avvicina, il collaboratore deve essere consapevole dell'argomento, disporre di dati pertinenti, la mera speculazione non viene sempre presa in considerazione. Ogni manager cerca risultati positivi, persone impegnate e impegnate nel proprio lavoro. [Noi manager] Siamo alla ricerca di dipendenti che facciano la differenza, con soluzioni, idee per migliorare e migliorare lo sviluppo dell'azienda. Per fare ciò, dobbiamo essere aperti ad ascoltarli, analizzarli, fare spazio, creare una condizione in cui il dipendente si senta a suo agio nell'interagire, esponendo miglioramenti e le sue critiche. È essenziale dare loro un feedback, indipendentemente dal fatto che i suggerimenti siano plausibili o meno, e non assumere la paternità come propria. Il dipendente deve sentirsi come una persona che è lì per aggiungere, non solo un numero tra gli altri. La postura ricettiva, la cordialità e la trasparenza sono elementi molto preziosi per il manager di avere la fiducia della sua squadra. Alla gente piacciono i riconoscimenti, grazie, siamo una squadra e cresciamo insieme.

Marcos Sousa, Responsabile delle risorse umane presso Gocil Security and Services

La [critica] non è rara, ma è ancora delicata da fare, a seconda della cultura dell'azienda e della prontezza sia del leader che del dipendente. Credo che affinché il dipendente abbia successo nel suo approccio con il suo superiore, soprattutto se si tratta di fare una critica, è necessario presentare argomenti e suggerimenti che abbiano senso e aggiungano, sia nella relazione, in un progetto o nel modello di gestione del leader. . In caso contrario, la proposta di feedback si limita a "non essere d'accordo per non essere d'accordo", ignorando l'importanza di questo strumento di gestione e di lavoro. Per quanto riguarda il comportamento, è importante mettersi in modo amichevole, preferibilmente suggerendo una conversazione privata, in modo che non vi sia alcuna esposizione da entrambe le parti. Altri punti importanti sono l'equilibrio emotivo, il linguaggio del corpo e la trasparenza al momento della conversazione. Un approccio in un momento nervoso può essere frettoloso e danneggiare l'immagine dell'impiegato, costringendolo a non prestare attenzione al suo tono di voce e all'uso delle parole, perdendo così la sua posizione etica. Infine, è importante conoscere lo scopo del feedback e chiarire che è destinato ad aggiungersi al lavoro e alla gestione, lasciando da parte qualsiasi motivazione personale.

Criticare il capo è una pratica che intimidisce i dipendenti, anche perché è una pratica che solo pochi anni fa ha iniziato a essere incoraggiata nelle aziende. Tuttavia, è un momento importante sia per l'azienda che ha bisogno di ascoltare le critiche per continuare a crescere, sia per il dipendente che ha la possibilità di dimostrare di essere consapevole di ciò che sta accadendo nell'azienda e di contribuire attivamente alla sua crescita. Con un po 'di preparazione, il compito di criticare il capo diventa più comodo, incluso aumentare la soddisfazione per il proprio lavoro.

La Educación Prohibida - Película Completa HD (Ottobre 2020)


  • Carriera e finanza
  • 1,230