La ricerca afferma che le donne tendono a mangiare di più

Secondo una ricerca condotta da professori della Michigan State University, le donne hanno una probabilità 10 volte maggiore di sviluppare disturbi alimentari rispetto agli uomini, e gran parte di ciò è dovuto alla grande pressione che devono affrontare con l'immagine che devono presentare.

Gli studi sono iniziati con gli animali e presto è stato scoperto che lo sviluppo del disturbo alimentare era presente anche nell'uomo, soprattutto considerando che gli animali non subiscono pressioni per essere sempre più sottili e perfetti. Pertanto, oltre ad avere questa volontà di presentare tassi più elevati di bulimia, anoressia e compulsione, gli esseri umani vivono ancora con la raccolta quotidiana di immagini e modelli.

I test sono iniziati con 60 topi di laboratorio, metà dei quali femmine. Hanno ricevuto una razione comune per un periodo, che in alcuni giorni è stato sostituito da topping alla vaniglia. La tendenza a consumare più dolci è apparsa circa sei volte più nelle femmine che nei maschi. Il comportamento compulsivo è associato al senso di ricompensa che senti dopo aver mangiato, specialmente quelli che contengono alti livelli di zuccheri.

Si ritiene che le risposte ai test siano utili nell'elaborare misure contro i disturbi alimentari e vi sono notevoli differenze tra uomini e donne che dovrebbero essere prese in considerazione nel trattamento. Potrebbe essere l'inizio di un nuovo modo di risolvere questo tipo di problema. Il prossimo test prevede di scoprire se il cervello femminile è più sensibile a questa sensazione gratificante.

10 cose da NON FARE a NATALE (Settembre 2022)


  • 1,230