L'herpes genitale è guarito? Chiarire questa e altre domande sulla malattia

Molte persone hanno sentito parlare dell'herpes genitale; Molti, tuttavia, hanno dubbi su questa malattia, su come si sviluppa e viene trasmessa, quali sono i suoi sintomi e le possibili complicanze.

João Serafim da Cruz Neto, coordinatore della Clinica di Ostetricia e Specialità Ginecologiche, Ospedale Santa Lucia, Brasilia, spiega che l'herpes genitale è una malattia a trasmissione sessuale causata dal virus dell'herpes simplex (tipo 1 e tipo 2). "Questo virus può colpire maschi e femmine che hanno contatti sessuali non protetti (uso del preservativo)", afferma.

Eurico Lopes, urologo presso l'Ospedale Brasilia, sottolinea che l'herpes genitale è una malattia altamente contagiosa, per lo più trasmessa attraverso il contatto sessuale. "Ma ci sono anche altri modi per contrarre la malattia, come il contatto diretto con lesioni o oggetti contaminati", spiega.


Scopri maggiori dettagli su questa malattia, le sue cause e sintomi e impara come prevenirla.

Come si sviluppa l'herpes genitale?

João Serafim spiega che si tratta di una malattia virale, che forma lesioni tipiche dei genitali e della regione orale. "Come altre malattie a trasmissione sessuale, i fattori di rischio sono correlati alle pratiche sessuali senza l'uso del preservativo", afferma.

Leggi anche: Prurito vaginale: capire le ragioni del problema e sapere come evitare


Eurico spiega che in circa 2 o 20 giorni dopo l'infezione, l'individuo inizia a sentire bruciore nell'area genitale. Successivamente, compaiono bolle minuscole (vescicole). Alla rottura, le ferite rilasciano un fluido che contiene una grande quantità di virus ed è altamente infettivo. Le piccole ferite (ulcere) bruciano, bruciano e danno fastidio ?, dice.

L'urologo sottolinea che, nelle prime fasi, la malattia viene trasmessa più facilmente a causa della capacità dell'ospite di difesa organica: cioè, minore è la difesa immunitaria, maggiore è la possibilità di contrarre il virus. "Inoltre, è importante notare che le ulcere causate dall'herpes simplex sono l'ingresso principale nel corpo per l'HIV", afferma.

Principali sintomi dell'herpes genitale

In alcuni casi, la malattia può manifestarsi senza sintomi apparenti, ma ciò non riduce il rischio di trasmissione.


Nelle donne, sottolinea João Serafim, l'herpes genitale si manifesta con la formazione di piccole vescicole (bolle d'acqua) raggruppate nella regione genitale (prevalentemente nella regione delle piccole labbra e nella regione tra la vagina e l'ano), che di solito sono accompagnate di ardore locale. • Dopo la rottura delle vescicole, può formarsi un'ulcerazione locale (che a sua volta può servire da gateway per altre infezioni). Queste piccole ulcere sono generalmente poco profonde e con bordi regolari. Non hanno un cattivo odore se non sono infetti?, Spiega.

Eurico Lopes rafforza i sintomi dell'herpes genitale nelle donne:

Leggi anche: 7 problemi vaginali e come affrontarli

  • Bruciore nella zona genitale;
  • Apparizione di minuscole bolle (vescicole);
  • Interruzione delle vescicole (che rilasciano un fluido che contiene una grande quantità del virus ed è altamente infettivo);
  • Le piccole ulcere di solito compaiono all'esterno della vagina (ma possono anche essere trovate all'interno del corpo).
  • Durante la fase dell'ulcera, potrebbero esserci febbre e lingue sul corpo della persona infetta.

Nell'uomo i sintomi sono simili. "Dopo la fase ardente e la formazione di vescicole, di solito si formano piccole ulcere sulla punta del pene, ma possono verificarsi in qualsiasi regione dell'organo genitale", afferma Lopes.

Considerazioni e trattamenti per l'herpes genitale

Ma comunque, ci sono trattamenti per l'herpes genitale o è una malattia che non ha cura? Scopri i chiarimenti dei professionisti:

Senza cura: Lopes sottolinea che esistono trattamenti adeguati per ridurre l'azione del virus, ma la malattia non ha cura. "I farmaci servono per alleviare il dolore, curare le ferite e aumentare il tempo tra gli episodi", spiega.

Miglioramento spontaneo: Il ginecologo João Serafim spiega che questa è una malattia che di solito si manifesta in modo auto-limitante, cioè di solito ha un miglioramento spontaneo dei sintomi dopo circa 7 giorni di manifestazione.

ricorrenze: Il ginecologo sottolinea che questa è una condizione che può ripresentarsi (ricorrendo più e più volte) e che queste ricorrenze si verificano di solito durante un certo grado di immunità compromessa.

Leggi anche: Scarico vaginale: fai domande e impara a identificare ogni tipo

Bassa immunità: urologo Lopes sottolinea che le recidive sono direttamente collegate a stress, stanchezza fisica o mentale, traumi o altre infezioni.

frequenza: Il periodo di ricorrenza della malattia varia da persona a persona. "Può succedere ogni mese, trimestre, semestre o addirittura anno per anno, ma non c'è modo?" Può succedere di nuovo ?, sottolinea l'urologo.

trattamenti: João Serafim spiega che il trattamento viene eseguito con ogni episodio di recidiva e si basa sull'uso di antivirali orali e locali.

Potresti chiederti, ma quali sono i rischi di non trattare l'herpes genitale?

Il ginecologo João Serafim risponde che, oltre al disagio nel sito della lesione, esiste la possibilità di infezioni simultanee della ferita con altri germi, come i batteri, che possono portare a delicate complicazioni della condizione. "Dovremmo anche studiare la possibilità di contaminazione con altre malattie sessualmente trasmissibili nei pazienti con diagnosi di herpes genitale, a causa della possibilità di trasmissione simultanea di altre malattie come l'HIV, la sifilide e l'epatite", avverte.

Leggi anche: HPV ha una cura? Scopri come prevenirlo e trattarlo

Eurico Lopes sottolinea inoltre che bisogna tenere presente che ci sono processi patologici che si verificano durante l'evoluzione dell'herpes, come la meningoencefalite e l'infezione secondaria. "Le donne possono quindi avere aborti spontanei, parto prematuro o addirittura infezione nell'utero", afferma.

La massima cura riguarda i neonati. Il bambino può essere contaminato al momento della nascita se la madre presenta al momento le lesioni caratteristiche della malattia. Il taglio cesareo è indicato per questi casi. L'herpes neonatale è grave. Può portare alla morte o causare sequele neurologiche o visive ?, aggiunge l'urologo.

Come prevenire l'herpes genitale

L'uso del preservativo nei rapporti sessuali è il modo migliore per evitare la contaminazione. Ma fai attenzione: i preservativi impediscono la trasmissione solo nelle aree coperte. Regioni vicine che non sono protette? come scroto, cosce, glutei e labbra? possono essere infettati se entrano in contatto diretto con il virus ?, afferma Lopes.

L'urologo avverte: • Evita di fare sesso se il tuo partner ha delle piaghe. L'herpes genitale, tra le malattie sessualmente trasmissibili, è considerato il numero a più rapida crescita, afferma.

Tuttavia, João Serafim sottolinea che la prevenzione si basa sull'uso del preservativo durante il rapporto sessuale, indipendentemente dal fatto che vi sia o meno una lesione visibile nei genitali del partner sessuale, poiché la trasmissione può avvenire anche prima che appaiano le vescicole.

Ora sai che, sebbene non vi sia alcuna garanzia di una cura definitiva per l'herpes genitale, ogni episodio di ricorrenza dovrebbe essere adeguatamente trattato con un follow-up medico per evitare possibili complicazioni. E questo vale sia per uomini che per donne.

Inoltre, vale la pena rafforzare: la prevenzione è sempre la migliore medicina? L'uso del preservativo durante il rapporto sessuale è essenziale per prevenire questo tra le altre malattie a trasmissione sessuale.

Vaccini, nanoparticelle, ambiente e salute: morire di polveri - Stefano Montanari (Gennaio 2022)


  • Prevenzione e trattamento
  • 1,230